Elezioni 2018: Liberi e Uguali in Calabria punta su Fiorita

La proposta del docente universitario Nicola Fiorita, gia’ candidato sindaco alle ultime Comunali di Catanzaro, quale candidato di punta alle Politiche e l’adesione ufficiale dell’assessore regionale all’Ambiente Antonella Rizzo. Sono due tra i dati piu’ significativi emersi dall’assemblea regionale di ‘Liberi e Uguali’, convocata stasera a Lamezia Terme per discutere di aspetti organizzativi in vista delle elezioni del 4 marzo.

A presiedere l’assemblea, in qualita’ di garante, il consigliere regionale e presidente della commissione anti-‘ndrangheta di palazzo Campanella Arturo Bova, che in primo luogo ha illustrato il percorso di selezione delle candidature al Parlamento. “Nell’assemblea – ha esordito Bova – stileremo la rosa dei nomi dei candidati che poi trasmetteremo per le valutazioni finali alla struttura nazionale dello schieramento.

Per individuare questa rosa ci siamo dati un metodo innovativo, quello di far esprimere liberamente i territori e senza alcuna graduatoria e quindi garantendo la massima rappresentativita’ ai territori”. Sulla presenza, nella rosa dei nomi di possibili candidati al Parlamento, di Nicola Fiorita, che comunque si e’ riservato di accettare l’eventuale candidatura, Bova ha osservato: “E’ una delle piu’ belle notizie che possiamo fornire non solo a Catanzaro ma a tutta la Calabria, del resto e’ noto che per lui feci una battaglia per candidarlo sindaco alle Comunali del capoluogo quando all’epoca ero nel Pd. La sua figura – ha proseguito il presidente della commissione regionale anti-‘ndrangheta – la dice lunga su quello che ‘Leu’ vuole essere: un partito inclusivo e aperto alla societa’ civile, al mondo dell’universita’, del volontariato, dell’associazionismo”.

Sul piano dei temi della campagna elettorale di ‘Liberi e Uguali’ in Calabria, Bova ha puntato l’attenzione sul lavoro, sulle politiche sociali, sulla tutela delle fasce piu’ deboli della popolazione, sull’ambiente e ovviamente sulla legalita’, temi che – ha aggiunto – “fanno parte dei nostri valori, che sono quelli tradizionali di sinistra ma che si saldano con i valori del cattolicesimo democratico e dell’associazionismo: ovviamente la priorita’ e’ la legalita’, del resto la figura del nostro leader, Grasso, e’ un’assoluta garanzia sotto questo aspetto”.

Bova ha poi annunciato che “a ‘Liberi e Uguali’ ha aderito anche l’assessore regionale Rizzo, che poi ci ha comunicato di non volersi candidarsi, e questo e’ un gran bell’esempio, perche’ – ha concluso il consigliere regionale – e’ un segnale di rottura con le solite pratiche di chi entra in un partito per cercare un posto in Paradiso o solo per interessi personali”.

Fonte: ildispaccio.it