Il Pd: “Siamo gli scienziati che possono curare la cattiva politica”

Tra le varie liste che si presentano alla corsa elettorale per le “politiche” ne esiste anche una, ed unica nel suo genere, che mette al centro del suo programma il rispetto della Costituzione come elemento imprescindibile e realistico per la ripartenza dei territori: la Lista del Popolo.

Questa lista organizzata e voluta dall’ex giudice Antonio Ingroia e dal noto giornalista Giuglietto Chiesa, ha nel suo Dna il riposizionamento del ruolo dello Stato nei giusti binari di una economia volta a soddisfare i bisogni dei cittadini invece che quelli di una Europa nata e sviluppatasi per far arricchire note elite finanziarie. Su questo punto siamo chiari: la Costituzione Italiana viene prima di tutto, prima dei trattati Europei, gli investimenti per far lavorare il popolo vengono prima delle tasse e dei tagli, la spesa per i servizi ai cittadini viene prima dell’austerità, il sostegno alle piccole e medie imprese viene prima delle scorribande delle multinazionali straniere sul nostro territorio. In poche parole i nostri territori vengono prima della voglia di arricchirsi di alcune élite finanziarie europee che controllano pienamente tutti i politici pro Euro. Se l’Europa non dovesse accettare la nostra politica a sostegno dei lavoratori e dei precari saremmo disposti a recidere i trattati e ad uscire dall’Euro(pa). Nel frattempo tutte queste politiche che sono nel nostro programma e che potrebbero far rilanciare l’economia, possono essere da subito (anche dentro l’Eurozona) rese fattibili usando la cassa Depositi e Prestiti come una normale banca potendo usufruire di prestiti a tasso zero da parte della Bce. Potremmo affiancare le spese dello Stato mettendo in circolazione dei Ccf (certificati di credito fiscale) che libererebbero risorse senza aumentare il debito pubblico e che aiuterebbero le aziende nella fiscalità. Parliamo di circa 250 miliardi.

La nostra Costituzione mette al riparo il popolo, le famiglie e i lavoratori dalle ingiustizie del mercato libero che pone come un business quello che per noi è un semplice servizio ai cittadini. Garantiremo la definitiva Nazionalizzazione di: energia, trasporti, comunicazione, sanità, scuola e altri settori base per la vita dignitosa del nostro popolo. Sul nostro collegio uninominale possiamo contare sul nostro candidato locale: Luca Massimo Climati, promotore da sempre di infinite lotte territoriali ed ambientali. Sosteniamo la Lista del Popolo per la costituzione. Per la sovranità nazionale, monetaria e popolare.